• Did you know? This store is tailored to our British customers. We have Peter Pan nei Giardini di Kensington/Peter Pan in Kensington Gardens - James M. Barrie available in our US store too! Click here to view.

Peter Pan nei Giardini di Kensington/Peter Pan in Kensington Gardens - James M. Barrie

Product Description

Peter Pan nei Giardini di Kensington/Peter Pan in Kensington Gardens - James M. Barrie

Letteratura universale Marsilio - Elsinore - Italian Parallel Text

Edited by Giovanna Mochi

Translated by Carla Vannuccini

Paperback, 208 pages

Each volume in this series presents a classic of English literature with a new Italian translation on the facing page, as well as an extensive introduction, information about the text and the author, in-depth annotations, and a complete bibliography, all in Italian.

Before he flew away to Neverland, the little boy who wouldn't grow up dwelt in the heart of London, with birds and fairies as his companions. This whimsical romp introduces Peter Pan, who discovered the magic of everyday existence amid the trees and flowers of Kensington Gardens — the very place where J. M. Barrie met the children who inspired his classic stories. Acclaimed by the Times of London as "one of the most charming books ever written," Barrie's fantasy was published in 1907. Readers of all ages will delight in following the exuberant child as he sets sail in a boat built by thrushes from an island in the Serpentine to the enchanted Kensington Gardens, where fairies dance to the music of his pan-pipes and teach him to fly.

-

Ciascun volume di questa collana si presenta come una monografia completa composta da un saggio introduttivo, una nuova traduzione con testo a fronte, note informative sull'autore e sull'opera, un commento essenziale, una ricca bibliografia.

“Quando il primo bambino rise per la prima volta, la sua risata si ruppe in mille pezzi e i frantumi si dispersero in ogni dove. Fu così che nacquero le fate”

È qui, in questi giardini incantati nel cuore di Londra e in questa favola, seminascosta tra le pagine di un romanzo per adulti, che nasce e comincia a volare Peter Pan, non ancora rivestito del clamore che ne avrebbe fatto, di lì a poco, quel grande mito dell’infanzia e della nostra cultura che tutti conosciamo. Un bimbetto di soli sette giorni, che sa parlare il linguaggio degli uccelli e delle fate ma non è più uno di loro; che ricorda appena, e con una strana nostalgia, il mondo dei suoi simili ma non potrà più farvi ritorno. Esiliato nello spazio magico di una infanzia eterna suo malgrado, Peter Pan, con il suo piffero e la sua capretta, vivrà per sempre su quel confine, su quei cancelli che lo escludono ogni sera dal mondo della realtà, degli affetti e dei bambini che diventano adulti. Il «ragazzo che non vuol crescere», l’adolescente egocentrico e orgoglioso che sceglie la libertà e l’avventura solitaria dell’Isola Che Non C’è verrà dopo - nella commedia del 1904 che dette al suo autore fama mondiale, e nel romanzo (Peter e Wendy) che da quella fu tratto. Ma prima di tutto questo - prima dei pirati e di Capitan Uncino, di Nana e Wendy, e delle immagini indimenticabili che Barrie e poi Walt Disney ci hanno regalato - c’è la favola struggente che qui viene raccontata: quella di un piccolissimo Peter Pan, metà bimbo e metà uccello, costretto a restare per sempre, nei Giardini di Kensington, «gaio, innocente e senza cuore».

Scozzese, di famiglia modesta, James Matthew Barrie (1860-1937), noto al mondo come l’autore di Peter Pan, fu scrittore versatile e prolifico: racconta la sua Scozia antica e severa in storie ricche di colore e tradizioni, nonché nella appassionata biografia della madre, Margaret Ogilvy; scrive romanzi di impianto psicologico e sottilmente autobiografico (Sentimental Tommy, Tommy and Grizel, The Little White Bird) che tutti ruotano intorno al tema dell’infanzia e della incapacità di crescere; e produce molti testi teatrali di successo, tra i quali The Admirable Crichton, What Every Woman Knows, Mary Rose. Personalità tormentata e complessa, realizza con Peter Pan il miracolo di un successo e di un mito immortale.

Giovanna Mochi insegna letteratura inglese all’Università di Siena. Si è occupata di drammaturgia shakespeariana, di poesia romantica e del romanzo tra Otto e Novecento; in particolare di Henry James, di cui ha pubblicato, per Marsilio, l’edizione del Giro di vite.

Carla Vannuccini, anglista e traduttrice, ha tradotto testi di narrativa inglese e canadese per le case editrici Fazi e Le Lettere.

CONTINUE READING
£14.99

Product Description

Peter Pan nei Giardini di Kensington/Peter Pan in Kensington Gardens - James M. Barrie

Letteratura universale Marsilio - Elsinore - Italian Parallel Text

Edited by Giovanna Mochi

Translated by Carla Vannuccini

Paperback, 208 pages

Each volume in this series presents a classic of English literature with a new Italian translation on the facing page, as well as an extensive introduction, information about the text and the author, in-depth annotations, and a complete bibliography, all in Italian.

Before he flew away to Neverland, the little boy who wouldn't grow up dwelt in the heart of London, with birds and fairies as his companions. This whimsical romp introduces Peter Pan, who discovered the magic of everyday existence amid the trees and flowers of Kensington Gardens — the very place where J. M. Barrie met the children who inspired his classic stories. Acclaimed by the Times of London as "one of the most charming books ever written," Barrie's fantasy was published in 1907. Readers of all ages will delight in following the exuberant child as he sets sail in a boat built by thrushes from an island in the Serpentine to the enchanted Kensington Gardens, where fairies dance to the music of his pan-pipes and teach him to fly.

-

Ciascun volume di questa collana si presenta come una monografia completa composta da un saggio introduttivo, una nuova traduzione con testo a fronte, note informative sull'autore e sull'opera, un commento essenziale, una ricca bibliografia.

“Quando il primo bambino rise per la prima volta, la sua risata si ruppe in mille pezzi e i frantumi si dispersero in ogni dove. Fu così che nacquero le fate”

È qui, in questi giardini incantati nel cuore di Londra e in questa favola, seminascosta tra le pagine di un romanzo per adulti, che nasce e comincia a volare Peter Pan, non ancora rivestito del clamore che ne avrebbe fatto, di lì a poco, quel grande mito dell’infanzia e della nostra cultura che tutti conosciamo. Un bimbetto di soli sette giorni, che sa parlare il linguaggio degli uccelli e delle fate ma non è più uno di loro; che ricorda appena, e con una strana nostalgia, il mondo dei suoi simili ma non potrà più farvi ritorno. Esiliato nello spazio magico di una infanzia eterna suo malgrado, Peter Pan, con il suo piffero e la sua capretta, vivrà per sempre su quel confine, su quei cancelli che lo escludono ogni sera dal mondo della realtà, degli affetti e dei bambini che diventano adulti. Il «ragazzo che non vuol crescere», l’adolescente egocentrico e orgoglioso che sceglie la libertà e l’avventura solitaria dell’Isola Che Non C’è verrà dopo - nella commedia del 1904 che dette al suo autore fama mondiale, e nel romanzo (Peter e Wendy) che da quella fu tratto. Ma prima di tutto questo - prima dei pirati e di Capitan Uncino, di Nana e Wendy, e delle immagini indimenticabili che Barrie e poi Walt Disney ci hanno regalato - c’è la favola struggente che qui viene raccontata: quella di un piccolissimo Peter Pan, metà bimbo e metà uccello, costretto a restare per sempre, nei Giardini di Kensington, «gaio, innocente e senza cuore».

Scozzese, di famiglia modesta, James Matthew Barrie (1860-1937), noto al mondo come l’autore di Peter Pan, fu scrittore versatile e prolifico: racconta la sua Scozia antica e severa in storie ricche di colore e tradizioni, nonché nella appassionata biografia della madre, Margaret Ogilvy; scrive romanzi di impianto psicologico e sottilmente autobiografico (Sentimental Tommy, Tommy and Grizel, The Little White Bird) che tutti ruotano intorno al tema dell’infanzia e della incapacità di crescere; e produce molti testi teatrali di successo, tra i quali The Admirable Crichton, What Every Woman Knows, Mary Rose. Personalità tormentata e complessa, realizza con Peter Pan il miracolo di un successo e di un mito immortale.

Giovanna Mochi insegna letteratura inglese all’Università di Siena. Si è occupata di drammaturgia shakespeariana, di poesia romantica e del romanzo tra Otto e Novecento; in particolare di Henry James, di cui ha pubblicato, per Marsilio, l’edizione del Giro di vite.

Carla Vannuccini, anglista e traduttrice, ha tradotto testi di narrativa inglese e canadese per le case editrici Fazi e Le Lettere.

CONTINUE READING
Additional Information
Book Genre Children's, Classics, Fantasy
Book Format Unabridged
Binding Paperback
Publisher Marsilio Editori
Number of pages 208
Dimensions 18.4 x 12.6 x 2.4 cm
ISBN 9788831793421
Date of Publication 2007
Language Italian
Media Type Book
Key Benefits
  • Famous works of English literature with Italian translation on facing page
  • Full unabridged parallel text in English and Italian
  • Dual language: complete word-for-word translation in Italian on facing page
  • Convenient paperback format makes key works of literature accessible to the intermediate and advanced language learner
Reviews

Write Your Own Review

Only registered users can write reviews. Please, log in or register